News ed eventi

tutte le news

P.A. ALTICHIERO: 1000 EURO PER L’AIL DAL TROFEO INSIEME PER LA VITA

P.a. altichiero: 1000 euro per l’ail dal trofeo insieme per la vita

Il mondo del pattinaggio artistico ancora una volta ha dimostrato la sua grande sensibilità verso i coetanei meno fortunati. Più di 1000 euro sono stati raccolti e donati all'AIL al termine dell'VIII Trofeo "Insieme per la Vita AIL" riservato alla specialità gruppi spettacolo, organizzato dall'A.S.D. Pattinaggio Artistico Altichiero, in collaborazione con l'AICS di Padova e con il patrocinio del Comune di Padova.

 

Circa 600 atleti provenienti dal Veneto, Friuli Venezia Giulia e anche dalla Liguria hanno dato vita ad un vero e proprio spettacolo con numeri coreografici particolarmente curati sia nella parte tecnica che soprattutto nella parte creativa, dove lo spirito della solidarietà e dell’amicizia ha prevalso su quello prettamente agonistico.
Il Trofeo, che si è svolto in due giornate al Palazzetto Travain di Padova, ha visto la partecipazione di 40 società di cui 15 della sola provincia di Padova.
E’ stato vinto dal Pattinaggio Artistico Altichiero di Padova, seguito da P.A. Albignasego e al terzo posto Skating Club Mottense di Motta di Livenza, ma la vittoria più grande è stata quella dello splendido binomio sport e solidarietà.
“Siamo soddisfatti per la numerosa partecipazione – ha detto il presidente del Pattinaggio Artistico Altichiero Giorgio Zilio Zella - ogni anno aumentano le società che vogliono partecipare e questo è un motivo d’orgoglio per la nostra società che da otto anni si è impegnata ad aiutare l’AIL. Quest’anno abbiamo avuto addirittura una società di San Remo”. Il trofeo infatti è nato per promuovere e sostenere i vari progetti dell’AIL di Padova, primo tra tutti la ricerca.
“Vogliamo superare la soglia dell’80 per cento di sopravvivenza dei bambini ammalati – ha spiegato il rappresentante dell’AIL  di Padova Giuseppe Cavaliere - un risultato già molto importante, se pensiamo che quando siamo partiti, più di quarant’anni fa, si salvava solo il 30 per cento di malati. Ringrazio quindi tutti i partecipanti, atleti, allenatori e genitori, che si sono dimostrati molto sensibili donando offerte spontanee a sostegno della ricerca”.

ALLEGATE ALCUNE IMMAGINI DELLA MANIFESTAZIONE

Photogallery