News ed eventi

tutte le news

DPCM 3 NOVEMBRE: LE PRESCRIZIONI PER SPORT E CULTURA, IN BASE ALLE ZONE DI RISCHIO

Dpcm 3 novembre: le prescrizioni per sport e cultura, in base alle zone di rischio

Dal sito dell’AICS nazionale riprendiamo un prospetto relativo alle nuove prescrizioni anti covid-19. Secondo quanto previsto dal nuovo Dpcm del 3 novembre scorso, si aggiornano le prescrizioni per sport e cultura in base alle nuove zone di rischio.

 

SPORT

IN TUTTE LE ZONE sono sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, fatta eccezione per quelli che effettuino l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza e per attività  riabilitative e terapeutiche. 

IN TUTTE LE ZONE E’ consentito organizzare e partecipare a eventi e competizioni sportive, riconosciuti DAL CONI e dal CIP, nei settori professionistici e non professionistici dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva. NELLE ZONE ROSSE NON SONO AMMESSI EVENTI ORGANIZZATI DA ENTI DI PROMOZIONE SPORTIVA.

IN TUTTE LE ZONE, presso Palestre e Piscine a porte chiuse possono ALLENARSI solo gli atleti in preparazione a eventi e competizioni sportive di interesse nazionale sia per le discipline individuali che di squadra. Dare evidenza, in caso di controllo, della facoltà di allenarsi all’interno, tramite documento attestante che è presente un evento o competizione di interesse nazionale RICONOSCIUTO DAL CONI e l’elenco degli atleti con relativo tesseramento e indicazione delle categorie con le quali parteciperà nella competizione.

SOLO IN ZONA GIALLA E ARANCIONE, NO IN ZONA ROSSA. All’esterno dei centri e circoli sportivi, pubblici e privati,  può essere svolta, solo in modo individuale, l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolte, i contenuti dei protocolli Emessi da Federazioni e Enti di promozione. Vietato l’utilizzo di spogliatoi interni ai centri sportivi

IN TUTTE LE ZONE. All’esterno, Ammesso sport di squadra solo se in preparazione di competizioni e eventi di interesse nazionale riconosciuti dal CONI


CULTURA

IN TUTTE LE ZONE sono sospese le attività di centri culturali, centri sociali e centri ricreativi sia all’interno che all’esterno non rientranti nella didattica.

IN TUTTE LE ZONE per la didattica, il gestore delle strutture, in accordo con le istituzioni scolastiche, può autorizzare le associazioni ad utilizzare gli spazi scolastici o centri sportivi pubblici o privati, per l’organizzazione e lo svolgimento di attività ludiche, ricreative ed educative, non scolastiche né formali. Le attività dovranno essere svolte con l’ausilio di personale qualificato, e con obbligo a carico dei gestori di adottare appositi protocolli di sicurezza conformi alle linee guida di cui all’allegato 8 del DPCM del 03/11/20. Importante è di procedere alle attività di pulizia e igienizzazione necessarie. FONDAMENTALE CHIEDERE AUTORIZZAZIONE PER QUESTO TIPO DI ATTIVITA’

Il DPCM scade il 3 Dicembre, ogni 15 giorni le regioni potrebbero essere ricollocate in aree di rischio diverse